Collezioni

poltrona frau perego arredamenti lissone
poltrona frau perego arredamenti lissone
poltrona frau perego arredamenti lissone

poltrona frau perego arredamenti lissone

Lorenzo Frau, detto Renzo, nasce a Cagliari nel 1881. Lascia la Sardegna per prestare servizio militare a Milano, congedandosi con il grado di tenente di fanteria. Sposa Savina Pisati e si trasferisce a Torino, allora città nevralgica per la cultura italiana. Inizialmente si impiega come rappresentante di commercio per la ditta Gribaudi e quindi per la Dermoide Patent, produttrice di finta pelle. Recatosi in Gran Bretagna per lavoro ha l’occasione di scoprire le poltrone modello Chesterfield, ne intuisce immediatamente le potenzialità e ne inizia, con successo, l’ importazione in Italia. Contemporaneamente però è attratto anche da modelli propri allo stile francese e a quello mitteleuropeo. Decide così di creare un suo laboratorio artigianale di produzione. È il 1912: nasce Poltrona Frau. Dall’iniziale lavoro “in stile” ben presto Frau passa alla progettazione diretta. Poltrona Frau diviene non solo un polo produttivo, ma anche un punto di incontro per artisti e intellettuali. Renzo Frau utilizza tali rapporti per consolidare l’immagine del marchio: i modelli di successo si susseguono rapidamente. Allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, Frau viene richiamato alle armi, la moglie Savina assume con coraggio le redini dell’azienda. Le poltrone di Frau intanto entrano nei palazzi più importanti, venendo utilizzate anche dalla casa reale. Renzo Frau muore prematuramente nel 1926. Lascia un cospicuo archivio di progetti che consentiranno alla moglie di alimentare con coerenza la produzione Poltrona Frau negli anni a venire.

340mila metri quadrati di Pelle Frau l'anno, il fascino di un reparto taglio laser, anticipato da un guardaroba a vista dove sono riordinate le dime storiche in bachelite, alta sartoria, aghi curvi, fusti, spaghi, tela di iuta e crine vegetale, il piacere esclusivo del "tatto" e della "mano" che accompagna la nascita di ogni prodotto. Dagli anni Sessanta, l'headquarter Poltrona Frau di Tolentino - nel segno della ricerca e dell'innovazione - riunisce in un'unica filiera produttiva reparti altamente specializzati, impegnati a garantire i più elevati standard di qualità e processo nei segmenti dell'abitare, del Contract e dell'Interior in Motion. "Fabbrica" di saperi creativi e know-how tecnologici, la sede di Tolentino, dagli anni Ottanta, ospita anche un Laboratorio analisi che, in collaborazione con il reparto Ricerca e sviluppo, passa al vaglio ingredienti e modelli dell'intera produzione: dalle sedute alle sellature in pelle per il settore Car, dalle forniture per il Contract all'Avio. A ogni prodotto è associata una metrica di tempo: 55 ore per la meticolosa lavorazione a mano di un'icona storica come il divano Chester. La velocità del futuro per le sperimentazioni stilistiche realizzate grazie alla macchina CNC a cinque assi, ultimo avamposto della prototipazione rapida. A governare i processi, un gesto che ripercorre l'intera storia: la marchiatura a fuoco dei modelli. Dal 1912, sinonimo di autenticità e perfetta esecuzione, ingegno e passione.